I Giardini della Cavallerizza sono parte dei giardini storici dei Musei Reali, parzialmente riaperti al pubblico il 26 marzo del 2016 e da allora costantemente migliorati, con cantieri di restauro che hanno avuto come obiettivo la valorizzazione e la restituzione alla cittadinanza di un importante spazio verde nel cuore della città.

 

Dopo un esteso intervento di manutenzione straordinaria, l’apertura estiva con Racconti Reali ha consentito un nuovo ampliamento dell’offerta, dove natura e cultura si sono incontrati nel segno della socialità e del gioco, con un esperimento destinato a consolidarsi negli anni futuri come servizio costante alla comunità, e a quella dei più piccoli in particolare.

 

Spettacoli, piccole biblioteche mobili, letture, laboratori per bambini e famiglie hanno animato l’estate 2022 dei Giardini della Cavallerizza Reale, grazie al sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo, del Consorzio Xké? ZeroTredici insieme alla Circoscrizione 1 Centro Crocetta del Comune di Torino, alla Fondazione Sapegno di Morgex, alla Fondazione Casa Teatro Ragazzi e Giovani, all’Associazione Paratissima, alla Cooperativa Culturalpe e all’Università di Torino, che hanno contribuito ad arricchire la programmazione con le loro proposte.

 

Bambine, bambini e famiglie, dal 24 giugno al 21 settembre 2022, hanno assistito a oltre 70 ore di animazioni teatrali e attività laboratoriali e più di 100 appuntamenti di lettura ad alta voce. Centinaia di ragazze e ragazzi hanno giocato con storie guida, come La famosa invasione degli orsi in Sicilia e Il Barone rampante, si sono cimentati nel Gioco dell’Oca, hanno affrontato il labirinto delle parole difficili e si sono “persi” nella comunità multispecie.

 

I Giardini della Cavallerizza resteranno aperti fino al 6 novembre 2022, con orario da martedì a domenica dalle 9.30 alle 18.30. Ingresso e uscita attraverso il ponticello dei Giardini di Levante dei Musei Reali. Un’occasione per riscoprire in tutta tranquillità questo splendido e ritrovato angolo di natura, nella quiete dorata dell’autunno.​